Giro's Prolight Techlace è una scarpa super leggera e rigida che amiamo

Vi dirò che un Giro Prolight Techlace pesa solo 150 grammi (misura 41, la mia scala), ma credetemi, non comprenderete appieno la luce finché non ne avrete una in mano o la poserete sul vostro piede. E mentre il suo peso è davvero impressionante, la cosa più importante è che la scarpa da ciclismo si sente morbida ma ha ancora una suola molto rigida e una tomaia di supporto, anche se non è certo una scarpa da sprinter. Il carbonio nella suola richiede meno resina rispetto ad altre fibre, il che consente di risparmiare peso e la tomaia è realizzata in un tessuto sottile e resistente rinforzato con una robusta rete per un comfort non pesante e un efficace trasferimento di potenza.

Il sistema di chiusura con lacci / velcro ibrido a tre cinghie è facile da modificare al volo e offre una regolazione zonale, il che significa che è possibile selezionare una tenuta diversa nella parte superiore, centrale e inferiore della scarpa con ciascun cinturino. Ciò è in contrasto con una tradizionale scarpa stringata, che fornisce una tenuta più o meno uguale su tutto il piede. Tuttavia, alcuni tester si sono lamentati del bit Techlaces nel loro piede e hanno desiderato l'imbottitura della lingua ad alta densità.

La tomaia sottile respira bene ed è flessibile e leggermente indulgente, rendendo questa scarpa stretta e di basso volume sorprendentemente comoda per una varietà di forme del piede.

Asciugate rapidamente le scarpe dentro e fuori con il giornale del mattino:

Lascia Il Tuo Commento